+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 10 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 91

Discussione: Cine-curiosità !

  1. #1
    Senior Member L'avatar di the_film_collector
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Hollywood...! xD
    Messaggi
    1,315

    Cool Cine-Curiosità !

    Ciao Itakon !

    Oggi vi propongo una nuova rubrica sul mondo del cinema.
    Principalmente , dato il mio amore per la Settima Arte , è stata pensata per far diffondere in modo alternativo la cultura cinematografica , ma allo stesso tempo , anche per far sorridere !

    Curiosità , notizie relative agli attori e alle realizzazioni dei film e molto altro.
    Gustateveli , e se volete sarà gradita la vostra partecipazione : arricchite pure il topic con le vostre news..

    Star Wars



      Spoiler:
    Meno di 40 sale cinematografiche in tutti gli Stati Uniti accettarono di proiettare il film, che esordì il 25 maggio 1977. Costato 11 milioni di dollari, un anno dopo ne aveva incassati oltre 200.

    Dopo una proiezione privata per i suoi amici, Lucas fu aspramente criticato da Brian De Palma per il tono del film, a metà strada tra il favolistico e l'epico. Solo Steven Spielberg difese l'amico e per scommessa scrisse in una busta, poi sigillata, la cifra che secondo lui il film avrebbe incassato: Spielberg scrisse 20 milioni di dollari ma il film finì per incassare 10 volte tanto.

    Dart Fener (Darth Vader, nell'originale) fu impersonato dal culturista David Prowse ma la voce originale era di James Earl Jones, che per questo lavoro non volle mai essere pagato. All'inizio Lucas voleva la voce di Orson Welles ma poi ritenne che sarebbe stata troppo riconoscibile; Welles fu la voce narrante del trailer originale.

    La 20th Century Fox era così pessimista sul successo commerciale del film che per poco non decise di riciclarlo come film per la TV. Gli incassi salvarono gli studios dalla bancarotta.

    Le scene ambientate nel pianeta Tatooine, dove vivono Luke e Obi-Wan, sono state girate in un villaggio tunisino chiamato Matmata.

    George Lucas accettò la paga sindacale come regista in cambio dei diritti sul merchandising del film. A tutt'oggi il merchandising di Star Wars è la maggiore fonte di guadagni della serie.

    Per il personaggio e l'abbigliamento di Dart Fener Lucas si ispirò ad Hakaider, un "cattivo" della serie televisiva giapponese Jinzô ningen Kikaidâ.



    L'attore Denis Lawson interpreta il pilota "rosso due", suo nipote Ewan McGregor oltre 20 anni dopo avrebbe interpretato il giovane Obi-Wan Kenobi nella nuova trilogia di Star Wars.


    Star Wars Episodio V

    Durante la scena della pioggia di meteoriti in cui si trova a navigare il Millennium Falcon si possono distinguere, tra gli asteroidi, una scarpa e una patata!

    Durante la scena del duello tra Dart Fener e Luke Skywalker le inquadrature furono in gran parte dedicate a quest'ultimo, poichè il maestro di spada Bob Anderson, che in quel momento impersonava Fener, non poteva indossare il casco a causa di problemi di asma.

    Per mantenere l'assoluta segretezza circa il rapporto di paternità tra Fener e Luke, Lucas non scrisse mai sulla sceneggiatura o da altre parti la famosa battuta "Io sono tuo padre". La frase usata fu sempre "Obi-Wan ha ucciso tuo padre" e fu doppiata solo l'ultimo giorno prima della stampa delle pellicole. Solo sei persone conoscevano il vero finale del film, tra cui Mark Hamill e James Earl Jones, ai quali fu comunque rivelato solo il giorno in cui doveva essere girata la scena del duello.

    Durante le scene sul pianeta Hoth numerose comparse sono in realtà membri del soccorso alpino norvegese.

    Star Wars Episodio I

    Nel Senato, durante la seduta, si notano, seduti tra i vari senatori, alcuni alieni molto simili a E.T., il protagonista del film di Steven Spielberg. Si notano dopo che la regina Amidala propone il voto di sfiducia per il cancelliere, al quale seguono alcune scene che mostrano i senatori in tumulto. Si tratta di una citazione ed un piccolo omaggio di George Lucas all'amico Spielberg, il quale a sua volta mise la sagoma di R2-D2 nascosta tra i geroglifici di "Indiana Jones - I predatori dell'arca perduta".

    Keira Knightley interpreta l'ancella Sabe, che in alcune sequenze prende il posto della regina Padme Amidala per motivi di sicurezza.

    Alla fine dei titoli di coda si puo' sentire il respiro di Dart Fener.

    Star Wars Episodio II

    Liam Neeson avrebbe dovuto apparire brevemente come spirito guida appartenente al defunto Jedi Qui-Gon Jinn, ma un incidente di moto gli impedì di partecipare alle riprese.

    Tra gli attori provinati per il ruolo di Anakin ci furono Ryan Phillippe , Paul Walker e Colin Hanks.

    Star Wars Episodio III

    è La spada laser che Obi-Wan Kenobi (Ewan MecGregor) utilizza nella trilogia del nuovo millennio è la stessa che era stata brandita dal personaggio, interpretato allora da Alec Guinness, in Guerre stellari.

    Anthony Daniels (C-3PO) and Kenny Baker (R2-D2) sono gli unici attori che hanno partecipato a tutti e sei gli episodi della saga. Si piazza secondo Frank Oz (Yoda), che ha recitato in cinque film, mentre al terzo posto c'è un ex-aequo tra James Earl Jones (la voce di Darth Vader), Peter Mayhew (Chewbacca) and Ian McDiarmid (Palpatine/Darth Sidious) cha appaiono in quattro episodi.

    Il numero del comandante dei Cloni Bacara in Star Wars ep. III - La vendetta dei Sith è 1138, un riferimento al film culto di George Lucas L'uomo che fuggì dal futuro - il cui titolo originale è THX-1138.

    Sono ben sette gli attori che, nell'una o nell'altra guisa, hanno impersonato Anakin Skywalker/Darth Vader nell'intera saga. David Prowse portò la maschera di Vader nei primi tre film (episode IV, V, and VI), mentre James Earl Jones gli forniva la voce. Bob Anderson lo ha interpretato nelle scene di duello de L'impero colpisce ancora e de Il ritorno dello Jedi. Quando gli viene toltà la maschera alla fine dello Jedi, Vader diventa Sebastian Shaw. Negli ultimi due episodi della trilogia recente Anakin ha il volto giovane di Hayden Christensen. E non dimentichiamo il piccolo Jake Lloyd, che è stato Anakin bambino in Star Wars ep. I - La minaccia fantasma.

    L'ultimo episodio della saga è l'unico non classificato PG (adatto anche ai bambini, se accompagnati dai genitori); la sua codifica è PG-13, ed è quindi sconsigliato ai minori di tredici anni.

    In tutto il girato, la lucente corazza di C-3PO rifletteva sconvenienti e rivelatrici immagini del set; per ogni sequenza in cui il robot è presente, quindi, gli esperti di effetti digitali hanno dovuto cancellare artificialmente i riflessi dalla superficie.

    Gary Oldman aveva accettato di doppiage il generale Grievous in Star Wars ep. III - La vendetta dei Sith, ma quando venne a sapere che nel film venivano impiegati attori non iscritti allo Screen Actors Guild - che Oldman sostiene - si ritirò dal progetto.


    Yoda



      Spoiler:
    La faccia di Yoda era stata realizzata dall'artista britannico Stuart Freeborn, che si era basato in parte sulla propria faccia e in parte su quella di Albert Einstein.
    Il maestro Jedi Yoda in questa pellicola è ancora un pupazzo animatronico, laddove nei seguenti episodi della saga sarà una creatura generata interamente al computer. Lucas ritenne che nel 1999 la tecnologia non era ancora matura per realizzare un personaggio simile digitalmente. La parola "Yoda" in sanscrito significa "guerriero".



    Harrison Ford

    Star Wars - Ian Solo



      Spoiler:
    Insoddisfatto dal lavoro che gli veniva offerto, Ford divenne un falegname professionista autodidatta per poter meglio mantenere la moglie e i due figli piccoli, fino alla svolta, giunta con American Graffiti di George Lucas. Per coincidenza fu proprio il lavoro di falegname che portò Ford a questo ruolo maggiore. Lucas, infatti, incaricò Ford di effettuare alcuni lavori in casa propria e ne approfittò per fargli recitare alcune righe del copione di Guerre stellari. Fu però Steven Spielberg a giudicare per primo Ford perfetto per la parte di Ian Solo,[2] nella trilogia di Lucas che lo consacrerà a divo del cinema (lo stesso Steven Spielberg aveva fatto recitare Ford in un cameo nel film E.T. l'Extra-Terrestre in cui avrebbe interpretato il preside della scuola di Elliott, ma le scene furono eliminate in fase di montaggio).


    Indiana Jones



      Spoiler:
    Un attacco di diarrea all’attore Harrison Ford permette di creare una delle scene più mitiche di Indiana Jones !

    Premessa: Nel 1981, in una memorabile scena del primo film della sagra di Indiana Jones, l’eroe Harrison Ford dopo esser sopravvissuto all’inseguimento dei cattivi, si ritrova di fronte ad un spadaccino incavolato con intenzioni poco amichevoli, che comincia a lambire per aria la sua scimitarra esibendo la sua maestria. Con un’occhiata carica di insofferenza e disgusto, e senza pensarci tanto, Indy tira fuori la sua pistola e spara mettendo subito fine al siparietto.
    Pare che questa scena -tra le più divertenti- non fosse prevista dal copione ma sia il frutto di un’improvvisazione nata dalla reale disperazione di Harrison Ford e dal suo desiderio di rimanere il minor tempo possibile nell’insopportabile caldo del deserto del Sahara durante l’attacco di diarrea che lo aveva colpito.
    Tre mesi di combattimenti, sparatorie, inseguimenti, singolari tenzoni con sciabole, spade, frusta, ecc avevano provocato un terribile attacco di dissenteria per Harrison Ford e tanti altri membri del casting. La scena originale in questione da copione avrebbe richiesto 3 giorni e mezzo di combattimento. Per nulla contento di ulteriori riprese sotto il sole del Sahara, Harrison Ford persuase il regista Steven Spielberg a provare qualcosa di più breve.Anche se un intervista successiva a George Lucas ha lasciato intendere che l’azzeccato cambio di copione sia dovuto al regista, ed è lo stesso Spielberg a confermare la veridicità della leggenda in un’intervista del 1981: “ H. Ford fu colpito da diarrea nel caldo torrido del deserto della Tunisia. Troppo stanco e debilitato per usare la frusta, Indy rimase molto seccato nel vedere le svariate pagine di copione che riguardavano quel combattimento e cosi’ ebbe l’idea di tirare fuori la pistola e freddare immediatamente lo spadaccino”
    (e correre così al cesso!).


    Il Padrino



      Spoiler:

    - In alcune parti del film ( anche nella parte II con De Niro ) si parla in Italiano anche nella doppiaggio in lingua originale
    - è tra i primi film con i maggiori incassi di tutti tempi e allo stesso tempo tra le prime posizioni tra i 100 film più belli della storia del cinema
    - inizialmente la parte di Apollonia è stata offerta a Stefania Sandrelli la quale rifiutò
    - le scene del film ambientate nel paesino di Corleone, sono state girate a Fiumefreddo di Sicilia in provincia di Catania, e più precisamente sullo
    sfondo del Castello degli Schiavi
    - Robert De Niro si presento a fare un provino per avere la parte di Sonny, ma che fu poi data a James Caan
    - Marlon Brando quando fece il provino si presentò con due batuffoli di cotone dentro la bocca per gonfiare le guance. L'idea funzionò e venne
    costruito da un dentista un apposito apparato per fare ciò. Ora questo apparato è conservato nel museo del cinema di New York
    - Francis Ford Coppola scelse personalmente l'allora sconosciuto Al Pacino per la parte di Micheal Corleone, e dovette affrontare non pochi
    diverbi
    con la produzione che preferivano attori ben più noti come: Jack Nicholson, Dustin Hoffman e Robert Redfort.
    - Coppola preferi Al Pacino nel ruolo di Micheal perchè secondo lui i suoi lineamenti del viso ricordavano di più i volti siciliani
    - Marlon Brando rifiutò il premio Oscar non presentandosi alla cerimonia di premiazione, inviando al suo posto un finta swuaw per leggere il suo
    discorso di protesta per i trattamenti nei confronti degli indiani d'America. Però si scopri dopo che la ragazza inviata da Brando era un'attrice:
    Maria Cruz
    - l'attore che interpretò Luca Brasi era Lenny Montana un wrestler, con poca esperienza nel campo della recitazione, ed era molto nervoso veramente nel recitare vicino a Marlon Brando
    - ne Puzo ne Coppola hanno mai utilizzato il termine Mafia


    Al Pacino
    ( Alfredo James Pacino )



      Spoiler:
    Al Pacino , secondo molti uno dei migliori attori di tutti i tempi , ha dichiarato : « Mi sento più vivo in un teatro che in qualunque altro posto, ma quello che faccio in teatro l'ho preso dalla strada. »
    Pacino è nato a East Harlem, un quartiere di Manhattan (N.Y.), figlio di Salvatore Pacino, un agente assicurativo statunitense figlio di immigrati siciliani originari di San Fratello (in provincia di Messina) e di Rosetta Gelardi, una casalinga statunitense figlia di immigrati siciliani originari di Corleone (in provincia di Palermo). Il padre abbandona la famiglia quando il figlio è ancora in fasce, lasciandolo con la madre ed i nonni nel South Bronx, in condizioni di vita molto difficili.
    Il giovane Pacino presenta numerose lacune a scuola dove viene bocciato più volte[senza fonte], finché, all'età di diciassette anni, decide di interrompere definitivamente gli studi. Gli anni a seguire lo porteranno a svolgere numerosi lavori, tra cui il facchino, il lustrascarpe e l'operaio. L'attore ha confessato al New York Post che all'età di vent'anni "ho vissuto in Sicilia vendendo l'unica merce che avessi, il mio corpo".[7][8] Nel 1961 è stato arrestato per porto abusivo d'arma da fuoco.


    Bastardi senza gloria




      Spoiler:

    Nella scena in cui Aldo Raine si finge italiano insieme i suoi compagni davanti all'ufficiale nazista , gli attori parlano in italiano anche nel doppiaggio originale ( anche se molto diverse le parole e i lsenso tra le due versioni audio ) . Anche se la pronuncia non è molto buona, è un piacere sentire Brad Pitt nella nostra lingua !
    Nella medesima parte poi Brad Pitt stesso , nello stile ( anche se lo smoking è bianco c'è ugualmente il fiore rosso ) , nel modo in cui mette la mascella inarcando le sopracciglia e dicendo " baciamo le mani " , rifà il verso in modo umoristico al Marlon Brando nel Padrino.


    Il signore degli anelli




      Spoiler:
    I tre film, The Fellowship of the Ring - The Two Towers - The Return of the King, che compongono la trilogia "The Lord of the Rings" sono stati girati contemporaneamente.

    Stuart Townsend era originariamente l'attore che interpretava Aragorn, ma è stato sostituito da Viggo Mortensen dopo soli quattro giorni di riprese per divergenze creative con il regista

    Ian Holm, l'attore che nel film interpreta Bilbo Baggins, è stata la voce di Frodo Baggins nell'adattamento della BBC per "Il Signore degli anelli" durante gli anni settanta.

    L'esercito della Nuova Zelanda era stato impegnato inizialmente per le scene di grandi battaglie all'interno del film, ma ha dovuto abbandonare il progetto a causa di un impegno per un'operazione di pace a Timor Est richiesto dall'ONU.

    Il produttore Tim Sanders ha lasciato il progetto dopo che le principali scene erano state riprese.

    Quando il primo trailer è stato rilasciato su Internet il 7 aprile del 2000, è stato scaricato nelle sole prime ventiquattro ore 1.600.000 volte.

    Per il suo provino Elijah Wood si è travestito da hobbit, indossando una maglietta e dei calzoni larghi. Poi si è fatto riprendere dall'amico George Huang (scrittore e regista della satira holliwoodiana "Stuart Townsend"), spedendo la registrazione alla produzione.

    Per gli effetti speciali, un programma chiamato MASSIVE ha creato gli eserciti degli orchi, degli elfi e degli umani. Queste creazioni digitali potevano "pensare" e combattere indipendentemente - identificando amici o nemici - grazie a individuali campi visivi. Il team di Jackson poteva cliccare su di una creatura immersa in una scena affollata da altre 20.000 creature digitali, e vedere attraverso i suoi occhi. Inoltre ogni specie vantava di stili di combattimento unici.

    Gli hobbits dovevano apparire intorno ai tre o quattro piedi di altezza (dai 90~ cm ai 120~ cm), piccoli messi a confronto dei sette piedi (210~ cm) di Gandalf. Questo effetto veniva spesso realizzato usando la tecnica della prospettiva forzata, riprendendo McKellen regolarmente in primo piano mentre gli hobbits ad una distanza maggiore, e poi montando le due scene.

    Viggo Mortensen ha perso un dente mentre girava una scena di combattimento. è andato così dal dentista durante la sua pausa pranzo, lo ha curato ed è ritornato sul set lo stesso pomeriggio.

    Cammeo del Regista: il regista appare in una sequenza del film nelle vesti di un contadino che sta ruttando (cfr. belching peasant) fuori dal Prancing Pony Inn a Brea.

    Christopher Tolkien, il figlio dell'autore del Signore degli anelli, ha contestato l'aiuto dato alla realizzazione della trilogia da parte del figlio.

    I nove membri della compagnia hanno un piccolo tatuaggio, il simbolo elfico del numero 9 (il numero dei componenti della compagnia), fatto al negozio di tatuaggi a Wellington in Nuova Zelanda, per commemorare l'esperienza del film. Ian McKellen non ha voluto dire in quale parte del corpo si è tatuato.

    Più di 1.600 paia di orecchie e piedi di lattice sono stati usati durante le riprese, ogn'una di queste preparate in speciali forni funzionanti a pieno regime, 24 ore al giorno per sette giorni alla settimana. Infatti non c'è stato modo di rimuovere i piedi in lattice alla fine della giornata senza danneggiarli e di conseguenza ogni paio poteva essere utilizzato una sola volta. I piedi una volta utilizzati venivano ridotti a brandelli, per prevenire che venissero rubati e poi immessi in un mercato nero di piedi di hobbit, ma a quanto pare Dominic Monaghan (lo hobbit Merry) se ne è portato un paio.

    Christopher Lee legge il romanzo di Tolkien una volta all'anno e inoltre è l'unico membro del cast e della troupe ad aver incontrato di persona Tolkien.

    Dominic Monaghan, l'attore che ha interpretato Merry, ha indossato un vestito di gommapiuma per apparire più grosso. Ha perciò bevuto durante tutte le riprese 3 litri di acqua al giorno per non disidratarsi.

    Pur facendo parte della Terra di Mezzo, i luoghi rispecchiano le differenti culture dei loro abitanti. Nel tentativo di essere fedele alle accurate descrizioni del libro, il direttore della fotografia Andrei Lasnie ha caratterizzato le ambientazioni accentuando alcune sfumature di colore: così la Contea è virata sulle tonalità giallo-oro, la tetra Brea ha accenti monocromatici, mentre a gran Burrone abbondano il Magenta e il salmone.

    Nella scelta degli attori Jackson, per rispetto a Tolkien, ha privilegiato attori britannici, come Ian Mckellen, Christopher Lee e Ian Holm. E ha sottoposto a provino più di 150 giovani attori inglesi nel vano tentativo di trovare un Frodo britannico.

    I film sono stati girati in un unico periodo di 15 mesi, dall’ottobre 1999 al dicembre 2000, lungo 247 giornate di lavoro sul set. Jackson è poi tornato a girare alcune singole sequenze di dialogo nel 2001.

    Tutti gli effetti speciali del film sono stati prodotti dagli studi della Weta, azienda Neozelandese fondata dallo stesso regista.

    Le scene di battaglia sono numerose e coinvolgono numerose comparse, ma la più imponente ne ha richiesti circa 100.000.

    Jackson ha voluto evitare l’abuso degli effetti speciali, soprattutto per la creazione dei personaggi. Il personaggio più complesso creato al computer è Gollum. Lo scheletro, i muscoli e la pelle sono digitali, ma i suoi movimenti sono stati immagazzinati con la tecnica del motion capture, applicando dei sensori ad un attore in carne ed ossa.

    Il numero di calcolatori utilizzato è impressionante: ben 230 stazioni grafiche sono rimaste accese notte e giorno, elaborando dati poi immagazzinati in dischi da 32 tetrabyte, pari a 32milamiliardi di caratteri di testo o 1.500 Cd-Rom.

    Per girare al meglio alcune sequenze complesse Peter Jackson è arrivato a impiegare fino a 9 macchine da presa contemporaneamente in location differenti, 6 delle quali guidate direttamente dal regista. Il collegamento tra le varie unità è potuto funzionare grazie al sistema satellitare messo a disposizione dalla Telecom neozelandese.

    Tra il regista Gorge Lucas e Peter Jackson ci sono ottimi rapporti. Lucas, in Australia per le riprese del nuovo Episode II, ha invitato il collega impiegato su Il Signore degli Anelli, a fargli visita, per illustrargli da vicino le meraviglie visive della sua Industrial Light + Magic.

    Per donare allo sguardo del personaggio Galadriel una luce eterna i tecnici degli effetti speciali hanno incollato alla machina da presa le luci utilizzate per gli abeti natalizi, che così appaiono riflesse negli occhi dell’interprete Cate Blanchett.

    Il regista ha imposto agli attori che interpretavano gli elfi di imparare a parlare elfico. Cosa che fanno in alcune scene con sottotitoli. Per istruirli ha portato sul set un docente di Oxford che ha scritto dialoghi in elfico, poi tradotti in inglese, per permettere agli attori di capire il senso delle battute. La lingua è il Sindarin, inventata da Tolkien, che foneticamente ricorda il Gallese.

    L’attore che è rimasto meno nel set è Cate Blanchett: solo 3 settimane a confronto dei 15 mesi di riprese.

    L'attore Orlando Bloom aveva preparato senza troppa ansia un provino per la parte di Faramir (era troppo impegnato negli
    studi, per preoccuparsene più di tanto), ma poi è stato felicissimo di poter accettare il ruolo di Legolas.

    John Rhys-Davies avrebbe voluto interpretare Denethor, e penso: "Andrò in Nuova Zelanda per qualche settimana, girerò un paio di scene bellissime e tornerò a casa sapendo di essere in uno dei più grandi film di tutti i tempi. Quando vennero a chiedermi di recitare la parte di Gimli ne fui totalmente scosso!". Il povero John ha dovuto sopportare pazientemente il dover recitare sempre guardando in alto (come gli hobbit, del resto) e soprattutto ha sopportato la reazione allergica che gli procuravano le protesi nanesche.

    Il primo giorno sul set, dopo il trucco, Elijah Wood si guarda allo specchio ed esclama tutto felice: "Fico! Ho i piedi finti!". Dopo poche settimane, non avrebbe più trovato così esaltanti quelle grosse ciabattone pelose.
    Anche Ian Holm se ne è lamentato parecchio: "Continuo a inciamparci e rischio ogni volta di cadere! Credo che i miei piedi siano i più grandi di tutti. Non so perché. Suppongo perché sono Bilbo Baggins!".
    Sean Astin (Sam), più paziente, ha detto che per camminare con quei piedi hanno dovuto tutti abituarsi ad una nuova andatura: da palmipede o da hobbit, a scelta.

    Hugo Weaving era molto preoccupato per lo studio che il ruolo di Elrond comportava, soprattutto per il fatto che Elrond fosse... bello! "Ho i costumi più belli. Ci fu un momento in cui cominciai a preoccuparmi perché in realtà passavo più tempo al guardaroba che sul set!".

    Viggo Mortensen, quando ha ricevuto la proposta d'interpretare Aragorn era intenzionato a rifiutare: troppo tempo lontano da casa, dall'altra parte del mondo. Ma pare che il figlio l'abbia praticamente costretto a salire sul primo aereo, col copione in una mano e "Il Signore degli Anelli" nell'altra. Una volta arrivato sul set, però, Viggo si è calato totalmente nella parte, non indossando altro che i costumi da Aragorn e rifiutando qualsiasi controfigura. Risultato: due denti rotti durante una scena di duello, durante la quale l'eroico interprete non si è fermato se non al ciak.

    Dominic Monaghan (Merry) è "ufficialmente lo hobbit più alto": 1,80 m!

    Per girare al mattino, le sedute di trucco iniziavano alle... 4:30! Parola di Elijah Wood e Ian McKellen, a quanto pare i più mattinieri.

    Aspirazioni artistiche: Viggo Mortensen, oltre che recitare, ama dipingere e fotografare (sono suoi i quadri e gli scatti che appaiono ne "Il delitto perfetto"), ed ha anche pubblicato un paio di libri di poesie.
    Billy Boyd (Pipino) è attore, musicista e cantante: suona basso, batteria e chitarra, e canta da baritono e da tenore.
    Sean Astin ha intrepareso anche la carriera registica: il suo "Kangaroo Court" è stato molto apprezzato dalla critica americana ed ha ricevuto una nomination Oscar.

    Cate Blanchett confessa: "Sembrerà ridicolo, ma una delle principali ragioni per cui volevo fare Galadriel è per le orecchie: ho SEMPRE desiderato delle orecchie a punta!". L'attrice inoltre è rimasta sorpresa alla visione degli elfi di Tolkien, lei li immaginava piccoli come i folletti di Shakespeare, e invece quelli sul set dovevano apparire più alti degli umani.

    Sul set non sono mancati incidenti di vario genere.
    Il "prediletto" della situazione è stato sicuramente Sean Astin, che è finito almeno un paio di volte in ospedale.
    Nella scena in cui Sam si lancia nel fiume per raggiungere la barca di Frodo il povero Sean è saltato in acqua e ha lanciato un urlo: sul fondo del fiume, un ramo appuntito ha forato sia il piede finto che quello vero. Quando, a riva, la protesi è stata rimossa, Sean sanguinava così tanto che è stato portato in elicottero all'ospedale più vicino (considerando in che posti giravano, l'ospedale più vicino era raggiungibile solo in elicottero).
    L'incidente più grave Sean l'ha subito a Gran Burrone: durante la pausa pranzo, un'intelaiatura della scenografia è caduta, colpendolo alla testa e lasciandolo senza sensi. Panico generale, corsa in ospedale, radiografie; per fortuna niente di grave. Ma i cari colleghi e soprattutto gli operatori si sono divertiti per molti giorni, terrorizzandolo: indicavano all'improvviso
    dietro di lui gridando "Telaio!!.


    Il Cavaliere Oscuro



      Spoiler:

    La "maledizione"

    Il 26 settembre 2007, sul set del film in Surrey (Londra), il tecnico degli effetti speciali Conway Wickliffe si schiantò con il suo veicolo 4x4 contro un albero mentre stava effettuando alcuni test con il veicolo. La vittima lasciò moglie e due figli, mentre né il regista né nessun membro del cast assistettero all'incidente, poiché si trovavano altrove[209].
    Il 22 gennaio 2008, Heath Ledger venne trovato morto[210]. I media collegarono il suo presunto suicidio alla faticosa interpretazione del Joker, segnalando il film come "maledetto" poiché nelle riprese era già morta un'altra persona (lo stesso Jack Nicholson affermò «I warned him», "Lo avevo avvertito")[211]. Si domandarono inoltre quanto l'incidente avrebbe influito sul successo del film, e se si sarebbe scatenata morbosità nel vedere l'ultima interpretazione di Ledger[212]. La produzione si interrogò sulla massiccia campagna mediatica in cui il Joker era inizialmente protagonista (che è poi proseguita incentrandosi sul personaggio di Harvey Dent)[213]. Inoltre, fan e media si chiesero se l'attore avesse ultimato completamente le riprese o se fossero rimaste scene incomplete, da rigirare o doppiare in post produzione; altre preoccupazioni riguardarono la possibilità di eliminare scene eventualmente giudicate troppo "forti", possibilità in seguito smentita[214]. In seguito alle prime recensioni sull'eccellente performance come Joker e sulle possibilità di Oscar postumo, il regista Terry Gilliam commentò aspramente come la morte di Ledger non fosse che «cinica pubblicità» per la Warner, disposta a «tutto pur di pubblicizzare il film»[215].
    Il 21 luglio 2008, tre giorni dopo l'uscita negli USA del film, l'attore protagonista Christian Bale si presentò in una stazione di polizia di Londra, città in cui stava partecipando alla promozione della pellicola. Non ne fu chiarito subito il motivo, in quanto voci asserirono di una violenza fisica o verbale tra l'uomo, la madre e la sorella, avvenuta nella stanza dell'attore al Dorchester Hotel, nel West End[216]. Subito i media rinnovarono il tema del film maledetto, facendo risaltare le notizie al riguardo come un "Bale dietro le sbarre" nonostante non fosse stato né incarcerato né formalmente accusato di niente. Nell'agosto successivo i procedimenti penali a carico di Bale furono ufficialmente archiviati per mancanza di «una possibilità realistica di condanna», decisione dipesa anche dai pareri della madre e della sorella[217].
    Il 3 agosto 2008, Morgan Freeman fu coinvolto in un incidente d'auto nei pressi di Ruleville (Mississippi), forse provocato da un suo colpo di sonno mentre era alla guida. Sia l'attore sia Demaris Meyer, l'altra occupante, sono stati condotti in ospedale, la donna praticamente illesa, Freeman con braccio e gomito fratturati. Si parlò ancora della "maledizione di Batman"[218]

    Differenze rispetto ai fumetti

    Nel film si intuisce che le cicatrici del Joker sono state inferte da un'arma da taglio e che faccia e capelli sono coperti dal trucco, laddove nel fumetto le origini del personaggio, rimaste vaghe per molti anni e successivamente canonizzate in albi come The Killing Joke e L'uomo che ride, raccontano di un incidente subito cadendo in una vasca di sostanze chimiche, le quali hanno alterato permanentemente i suoi lineamenti facciali e il colore di pelle e capelli.
    Nel film Harvey Dent diventa Due Facce dopo essere stato rapito dagli uomini di Maroni, che lo tengono imprigionato in un fabbricato pieno di barili di benzina pronti ad esplodere. Nel tentativo di liberarsi Dent impregna metà del suo volto con del carburante sul pavimento e in seguito all'esplosione la sua faccia prende fuoco. Nei fumetti è lo stesso Maroni che, durante il processo a suo carico, dal banco degli imputati getta addosso a Dent una fiala di vetriolo, che deforma e brucia il lato sinistro della sua faccia.
    Harvey Dent non è mai stato rivale d’amore di Wayne.

    Joker

    Quando gli hanno chiesto a Nolan : “Perché Heath Ledger nei panni del Joker?”, Christopher Nolan ha risposto: “Perché lui non ha paura”.
    Per prepararsi al ruolo del Joker, Heath Ledger ha vissuto da solo in una stanza di un hotel per un mese, creando la psicologia del personaggio, lavorando alla postura e trovando una voce – a quanto pare la cosa più difficile per l’attore – Ledger ha scritto un diario in cui annotava i pensieri del Joker e i sentimenti che lo guidavano mentre si preparava al ruolo. Tra le sue letture anche i fumetti di Alan Moore “Batman: The Killing Joke" e "Arkham Asylum: A Serious House on Serious Earth". Ledger si è anche ispirato al protagonista di “Arancia meccanica” e a Sid Vicious.
    Il regista Christopher Nolan e gli sceneggiatori Jonathan Nolan e David S. Goyer hanno deciso di non esplorare le origini del Joker in modo da rappresentare il personaggio come “assoluto”.

    -----------

    Christopher Nolan ha dichiarato di essersi ispirato principalmente al film “Heat – La sfida” (1995).

    Aaron Eckhart ha descritto il personaggio di Harvey Dent come un uomo che viene dallo stesso mondo di Batman. La sfida per l’attore è stata quella di “trovare le similarità e i punti di tensione tra i due personaggi”. Eckhart ha anche rivelato di aver studiato diversi casi di personalità multipla.

    Un’esplosione è stata girata alla Battersea Power Station di Londra. La palla di fuoco ha terrorizzato alcuni residenti che hanno subito chiamato le forze dell’ordine pensando ad un attentato terroristico.


    Continuerò ad aggiungere notizie come commento del post a motivo dei caratteri limitati. Inoltre , ho preferito "spacchettizzare" il post in spoiler così da renderlo più agevole e scorrevole.

    Scusate se mi sono dilungato


    fonti:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale
    http://www.magnaromagna.it/2003/curi...provvisazione/
    http://www.wolfred.it/thegodfather/curiosita/1.html
    http://starwarsgdr.forumfree.it/?t=4741652
    http://www.film.it/film/notizie/il-c...-le-curiosita/
    http://starwarsgdr.forumfree.it/?t=4741652
    Ultima modifica di the_film_collector; 01-06-2013 alle 23:54

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di hukuro
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Modena
    Messaggi
    5,785
    Ti faccio i miei complimenti Collector, hai avuto un ottima idea!
    Ne approfitto subito per partecipare e collegarmi al filone "scene spontanee" citando la mitica frase che hai in firma:
    "...Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste immaginarvi, navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire.
    "
    Dopo una prima versione in cui l'intera frase sembrava essere frutto dell'improvvisazione dell'attore Rutger Hauer, si è poi arrivati ad un quadro più realistico in cui l'interprete del replicante Roy Batty si sarebbe limitato ad aggiungere la frase "come lacrime nella pioggia".
    Tutto questo non toglie assolutamente nulla alla magistrale interpretazione dell'attore olandese, in quella che a mio avviso resta il suo ruolo di maggior successo.
    Redattore di Itakon
    "Quando la sorte t'è contraria e hai mancato t'è il successo, smettila di fare castelli in aria e và a piangere sul...."

  4. #3
    Senior Member L'avatar di the_film_collector
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Hollywood...! xD
    Messaggi
    1,315
    Citazione Originariamente Scritto da hukuro Visualizza Messaggio
    Ti faccio i miei complimenti Collector, hai avuto un ottima idea!
    Ne approfitto subito per partecipare e collegarmi al filone "scene spontanee" citando la mitica frase che hai in firma:
    "...Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste immaginarvi, navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire.
    "
    Dopo una prima versione in cui l'intera frase sembrava essere frutto dell'improvvisazione dell'attore Rutger Hauer, si è poi arrivati ad un quadro più realistico in cui l'interprete del replicante Roy Batty si sarebbe limitato ad aggiungere la frase "come lacrime nella pioggia".
    Tutto questo non toglie assolutamente nulla alla magistrale interpretazione dell'attore olandese, in quella che a mio avviso resta il suo ruolo di maggior successo.
    Grazie a te , carissimo !
    Anche se può sembrare assurdo , non sapevo le origini di questa " perla " cinematografica ricca di intensità ( e a modo suo di poesia ) di Blade Runner !

    A me personalmente ha sempre affascinato la frase stessa , l'intensità e il modo in cui è stata recitata nonchè il significato retorico e intrinseco che la stessa potrebbe avere , anche se è solo una mia personalissima interpretazione :
    cioè che la vita è breve ( seppur intensa ) , e tutto ciò che possiamo vedere , percepire e vivere è momentaneo e destinato a sbiadire nei ricordi e nella vita , anch'essa destinata a spegnersi , come d'altra parte le nostre memorie. Questa armonia di pensieri , ricordi ed emozioni può portare quindi ad una profonda riflessione interiore sullla bellezza di vivere, l'alba e il tramonto dell'uomo , nonchè la sintesi della fugace esitenza umana.

  5. #4
    Senior Member L'avatar di hukuro
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Modena
    Messaggi
    5,785
    Di nulla, figurati. Mi piace molto quello che hai scritto sulla mitica frase che recita Rutger Hauer in Blade Runner, ed aggiungo che molto probabilmente l'effimerità della vita veniva compresa appieno da queste creature proprio perchè venute al mondo con una data di scadenza, una terribile sentenza di morte decisa per loro non dal destino ma dal loro creatore.
    Redattore di Itakon
    "Quando la sorte t'è contraria e hai mancato t'è il successo, smettila di fare castelli in aria e và a piangere sul...."

  6. #5
    Senior Member L'avatar di the_film_collector
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Hollywood...! xD
    Messaggi
    1,315
    Citazione Originariamente Scritto da hukuro Visualizza Messaggio
    Di nulla, figurati. Mi piace molto quello che hai scritto sulla mitica frase che recita Rutger Hauer in Blade Runner, ed aggiungo che molto probabilmente l'effimerità della vita veniva compresa appieno da queste creature proprio perchè venute al mondo con una data di scadenza, una terribile sentenza di morte decisa per loro non dal destino ma dal loro creatore.
    Grande anche la tua riflessione !
    Grazie ancora , sono molto felice di parlare con un'altro " estimatore " di cinema e che è apprezzata questa mia interpretazione !
    Mi fà piacere vedere anche che questa rubrica sta prendendo vita un pò alla volta , attendo con ansia le news di Amaca, Titto , GILLMAN e gli altri esperti del " settore " ma anche gli altri cinefili sono accolti a braccia aperte !
    Ultima modifica di the_film_collector; 09-04-2013 alle 13:27

  7. #6
    Senior Member L'avatar di EvilDeath
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Palermo
    Messaggi
    279
    gran bella rubrica, non vedo l'ora che prenda sempre più corpo, ho letto cose dei vari film come il signore degli anelli che non sapevo, complimenti ottima idea! ^^
    inoltre penso che l'interpretazione di heath Ledger resta l'interpretazione migliore del joker di tutti i tempi, anche se quella di jack nicholson era già bellissima.

  8. #7
    Senior Member L'avatar di the_film_collector
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Hollywood...! xD
    Messaggi
    1,315
    Citazione Originariamente Scritto da EvilDeath Visualizza Messaggio
    gran bella rubrica, non vedo l'ora che prenda sempre più corpo, ho letto cose dei vari film come il signore degli anelli che non sapevo, complimenti ottima idea! ^^
    inoltre penso che l'interpretazione di heath Ledger resta l'interpretazione migliore del joker di tutti i tempi, anche se quella di jack nicholson era già bellissima.
    Grazie , lo spero molto anche io !!! Sono d'accordo che l'interpretazione di entrambi Joker è stata magnifica , ma non riesco a quantificare il migliore perchè sono due stili molto diversi e unici ! Sicuramente due grandi attori e due stupende interpretazioni che hanno contribuito a scrivere la storia del cinema..

  9. #8
    Senior Member L'avatar di titto
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Capo Nord (Norvegia)
    Messaggi
    7,847
    Ne aggiungo una su Star Wars: gli attori durante le pause dalle riprese sniffavano coca per mantenersi svegli (sopratutto Carrie Fisher).

    P:S:
    Bellissimo topic collector.

  10. #9
    Senior Member L'avatar di the_film_collector
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Hollywood...! xD
    Messaggi
    1,315
    Citazione Originariamente Scritto da titto Visualizza Messaggio
    Ne aggiungo una su Star Wars: gli attori durante le pause dalle riprese sniffavano coca per mantenersi svegli (sopratutto Carrie Fisher).
    ?! Anche se la cosa mi sorprende , ma fino a un certo punto ( se senti il respiro di Darth te ne accorgi ) cmq grazie per la news !!

    Citazione Originariamente Scritto da titto Visualizza Messaggio
    P:S: Bellissimo topic collector.
    thanks
    Ultima modifica di the_film_collector; 09-04-2013 alle 15:35

  11. #10
    Senior Member L'avatar di titto
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Capo Nord (Norvegia)
    Messaggi
    7,847
    Citazione Originariamente Scritto da the_film_collector Visualizza Messaggio
    ?! Anche se la cosa mi sorprende ,
    Lo sò, la cosa ha sorpreso anche me ma l'ho visto in un documentario sul Digitale proprio su Star Wars (stavo facendo zapping...).

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 10 1 2 3 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 31-01-2017, 10:07
  2. Gold D.Roger e altre curiosità...
    Di titto nel forum Anime e Manga
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 05-01-2013, 01:05
  3. [CURIOSITA'] P.O.P. Ace Marineford
    Di iccy nel forum Consigli, valutazioni e ricerche delle figure
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 24-06-2012, 20:38
  4. (Curiosità) Cicatrice Rufy
    Di rufy90 nel forum Consigli, valutazioni e ricerche delle figure
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 24-03-2012, 14:41

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato