+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 11 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 108

Discussione: "Giappone" e "Le Iene" la polemica divampa sul web

  1. #1
    Moderator L'avatar di Kirito
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Aincrad (Alto Piemonte)
    Messaggi
    11,500

    "Giappone" e "Le Iene" la polemica divampa sul web


    In questi giorni si è parlato moltissimo, forse troppo, del servizio andato in onda nell'ultima puntata de Le Iene su Italia 1. Il video "incriminato" che ha fatto scoppiare pareri contrastati tra i numerosi fan del Giappone e lettori di Manga (anime ecc) ha suscitato notevoli critiche verso il programma di Mediaset e per la nota inviata Nadia Toffa. Il video, per farla breve, riportava questo titolo...

    "....A Tokyo è normale incontrare per strada delle ragazzine vestite come delle scolarette, che aspettano di essere farmate dagli uomini per appartarsi con loro. In Giappone la linea che divide l'erotismo dalla pedopornografia è veramente sottile."
    E qui partiva il servizio.

    Sicuramente molti (o quasi tutti) che state leggendo questo topic avrete già visto il servizio in questione....dunque voi cosa ne pensate? L'argomento è molto delicato, quindi cerchiamo di essere più obbiettivi possibili

    Il video lo potete trovare QUI: http://www.video.mediaset.it/video/i...ia_598099.html
    Ultima modifica di Kirito; 02-04-2016 alle 16:50
    Transcending time, eternal life, the story never ends, love never dies.


  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di Yuko
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Milano
    Messaggi
    377
    Io sono del parore che non basta semplicemente guardarsi attorno per fare un servizio di questo tipo, soprattutto se si fa riferimento ad un paese che, per quanto tecnologicamente avanzato, vive comunque una realtà molto diversa dalla nostra. E' vero che in Giappone vi sono molto ragazzine che per guadagnare facilmente passano le serate con uomini più anziani (magari non è neanche detto che debbano per forza arrivare al contatto fisico) ma non penso succeda solo in Giappone e non per questo si può additare qualunque ragazza vestita in modo fantasioso come "lolita". Molte di loro hanno il compito di attirare clienti in locali, bar, karaoke, so che ci sono addirittura dei posti dove individui soi possono trovare persone disposte a far loro compagnia, a parlare con loro, tutte cose che quì non si sono mai viste e che magari sono difficili da comprendere. In soldoni, non si può giudicare la cultura e la mentalità di un paese straniero con il metro tradizionale al quale si è abituati, lo trovo ignorante e molto superficiale.

  4. #3
    Senior Member L'avatar di Blusummer
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Into the Abyss
    Messaggi
    8,302
    beh la cultura giapponese in quanto ad erotismo la conosciamo tutti, lì è cosi...conosciamo tutti anche la tv...sanno come girare le frittate montare le parole e trovarsi dalla ragione... Hanno fatto un mix per gli ascolti...

  5. #4
    Senior Member L'avatar di Bossborot
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,830
    Cosa non si fa per farsi pagare un biglietto per il Giappone dalla produzione.. sicuramente una collezionista che ha sfruttato i fondi del programma per andare a farsi una vacanza
    A parte gli scherzi incomincio con il rispondere alla domanda finale del servizio.. secondo me li reprimono e non li scatenano.. culturalmente parlando il mondo occidentale è molto diverso da quello orientale che è rimasto molto più a lungo radicato alle antiche tradizioni.. nel mondo ancora oggi in alcuni paesi si sposano da minorenni, lapidano le donne per adulterio, sfruttano i bambini per il lavoro e la guerra.. non viviamo sicuramente in un mondo perfetto grazie ad una razza umana che il più delle volte merita l'estinzione rispetto alla salvezza.. senza divagare troppo comunque è un dato di fatto che i cartoni o fumetti giapponesi anche quelli degli anni 80/90 con i quali molti di noi sono cresciuti, fossero censurati perché comunque destinati ad un pubblico adulto e non solamente destinati ai bambini come concepito in occidente. Ora parlare di sessualità è una cosa, parlare di pedo pornografia è un'altra.. appurato che non è più legale nemmeno in Giappone e che personalmente la trovi aberrante, la vera domanda è un'altra.. un fumetto una figure o una bambola che ritraggono una bambina sono equivalenti alla violenza su una bambina vera? E' una fantasia malata? Pericolosa? So solo che non sono la stessa cosa ma non saprei rispondere alle altre due che rientrano più in una sfera psicologica culturale di vissuto di esperienze di ambiente di clima.. questo servizio me ne ha fatto venire in mente uno altrettanto discusso in cui si chiedeva se l'omosessualità fosse una malattia o meno.. come rispondere? Credo che nessuno abbia delle risposte su alcuni argomenti così profondamente complessi. Io sposo la teoria che se rispetti gli altri non invadi ed infastidisci la loro sensibilità non fai del male a nessuno allora io posso rispettare qualunque fantasia gli altri possano avere. Pace e amore argomento cazzuto Kiri!

  6. #5
    Moderator L'avatar di Kirito
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Aincrad (Alto Piemonte)
    Messaggi
    11,500
    Vero argomento cazzuto e anche serio visto il casino che sta spopolando sul web

    Comunque vi dirò la mia. Penso che nessuno come me abbia mai difeso il popolo Giapponese, sia per la sua enorme cultura, per le abitudini, la tecnologia, la società ecc ecc. Rimane il fatto però che COME OGNI PAESE ha i suoi pro e i suoi contro, ed è inutile andare in giro con il salame sugli occhi. La cosa che mi ha fatto "irritare" del servizio della Toffa, è che ha messo assolutamente in cattiva luce un paese unico come il Giappone....o meglio, ha messo in cattiva luce un paese PER I PIU', ovvero per le persone che non conoscono nulla della storia e tradizioni di questo paese. Vi faccio un esempio: una signora su di età, sui 70, assolutamente disinformata sul Giappone e tutto ciò che ne è concerne, al bar l'altra mattina commentava il servizio.....ovviamente dicendo cose del tipo: " Questi giapponesi sono degli schifosi, sono proprio una brutta razza, sono dei pedofili ecc ecc ecc....". Questa è la cosa che arriva alle persone NON INFORMATE, ovvero l 80% della nostra popolazione forse. Questa è la cosa che più mi ha fatto imbestialire.

    Ma se analizziamo bene il servizio ragazzi....non dice cose false (a parte ERRORI ENORMI COME "VIDEO MANGA" o la ragazzina che indicava di avere 19 anni e la Toffa diceva 15 e molti altri...), ma dice cose che tutti NOI INFORMATI sappiamo già!!!! Sono cose che per la nostra cultura occidentale può sembrare strana e da condannare....ma secondo la loro no, ma non perchè non lo sia, ma perchè hanno una mentalità diversa! Non per altro il Giappone è il paese con meno stupri e violenze al mondo, uno dei paesi più incline a rispettare le regole e con meno criminalità al mondo. Vogliamo parlare della Thailandia e del turismo sessuale? O di paesi come in Vietnam ecc ecc? Meglio di no. Ma questo la signora Toffa non lo dice.

    La faccio breve....non difendo Le Iene e non le condanno, il servizio secondo me ha toppato alla grande perchè va a colpire il più della popolazione nostrana che non conosce e non comprende il Giappone sotto quell'aspetto descritto....e ci ha messo molto del suo per farlo credere alla gente (come anche le traduzioni sbagliate), però (c'è un però) siamo noi che dobbiamo guardare quel servizio sotto un'altro occhio, senza condannare tutti i Giapponesi innanzitutto, però capire, che molte cose che dice, purtroppo, sono vere.
    Ultima modifica di Kirito; 02-04-2016 alle 18:31
    Transcending time, eternal life, the story never ends, love never dies.


  7. #6
    Senior Member L'avatar di Eyeshield21
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Messaggi
    1,041
    Concordo anch'io sul fatto che il servizio sia stato superficiale
    E' un argomento giusto e sacrosanto da affrontare, anche per poter capire la differenza tra le due culture, ma andrebbe affrontato approfondendo il tutto, e soprattutto con cognizione di causa.

    Di contro non comprendo l'indignazione e lo sdegno estremo di alcuni (forse troppi) utenti del web, che si son sentiti offesi e che forconi alla mano hanno iniziato ad estremizzare il tutto (vedi "ah ma la Toffa ha detto manga = pedofilia, a morte!!11!! a morte!!!11!!)
    Come spesso avviene in rete, ogni sciocchezza viene ingigantita oltre il limite, e alcuni voglion sentire solo ciò che fa comodo.

    E' vero alcune traduzioni son state fatte alla carlona e/o volutamente modificate per far passare un certo tipo di messaggio, ma che sia tutto errato ciò che si dice nel servizio non è nemmeno corretto da affermare.
    Come sempre la verità sta nel mezzo, e per chi è davvero interessato e vuole farsi una opinione a riguardo, sarebbe opportuno leggere anche altre fonti e altri reportage.

    Quindi il servizio di Nadia Toffa non lo vedrei come spazzatura a prescindere, ma come un punto di partenza per poter approfondire ed informarsi, per quanti si sono interessati alla vicenda.

  8. #7
    Moderator L'avatar di Kirito
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Aincrad (Alto Piemonte)
    Messaggi
    11,500
    Per la cronaca la Toffa ha risposto alle critiche cosi:
      Spoiler:
    Il Giappone è un paese fantastico, la loro cultura, il cibo, la loro onestà, i loro sorrisi, gli inchini: tanto abbiamo da imparare da loro. E come altri grandi paesi il Giappone ha anche qualche contraddizione al centro di un dibattito internazionale. L’estate scorsa è entrata in vigore una legge che finalmente punisce chi possiede materiale pedopornografico, sembra incredibile, ma prima di allora avere nel proprio computer o nella propria videoteca dei filmati VERI con bambini abusati da adulti era legale. Ora il dibattito si è spostato sulla riproduzione in cartoon e fumetti di atti sessuali con bambini. Sono espressioni di una fantasia sessuale o fomentano la pedofilia? Come consideriamo vedere un fumetto dove un nonno violenta una bambina per punizione perchè ha rubato nella sua bottega? In molti paesi è vietato dalla legge e considerato materiale pedopornografico, in Giappone invece è accettato. Come consideriamo affittarsi una bambola con le sembianze di una bimba dodicenne per fare sesso con lei, o vedere un cartone dove un medico stupra due scolarette delle elementari che piangono e gridano? C’è chi ne sarebbe sconvolto, e mentre il mondo ne dibatte ci siamo posti delle domande.
    Il servizio andato in onda si concentra su questo dibattito, e nulla ha a che vedere con il mondo dei fumetti e dei cartoon giapponesi in generale, con i quali siamo tutti cresciuti; mi sembra assurdo fare questa precisazione, ma forse per alcuni ce n’è bisogno, soprattutto per quelli che il servizio non l’hanno visto.
    Non per MarcoTogni.it, grande conoscitore del Giappone dove vive da tempo e che molti di noi seguono sul suo blog. Vi invito a leggere il suo articolo molto dettagliato http://www.marcotogni.it/manga-porno-iene/ , lui che di Giappone se ne intende DAVVERO. N
    Ps. l'errore della nostra splendida e instancabile interprete giapponese (che traduce 15 anni anzichè 19 anni) non è ovviamente voluto, non è grave e può succedere, e non cambia in alcun modo il significato del nostro servizio, perché minorenne o meno quella ragazza non faceva nulla di male.
    Transcending time, eternal life, the story never ends, love never dies.


  9. #8
    Senior Member L'avatar di Eyeshield21
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Messaggi
    1,041
    Citazione Originariamente Scritto da Kirito Visualizza Messaggio
    Per la cronaca la Toffa ha risposto alle critiche cosi:
      Spoiler:
    Il Giappone è un paese fantastico, la loro cultura, il cibo, la loro onestà, i loro sorrisi, gli inchini: tanto abbiamo da imparare da loro. E come altri grandi paesi il Giappone ha anche qualche contraddizione al centro di un dibattito internazionale. L’estate scorsa è entrata in vigore una legge che finalmente punisce chi possiede materiale pedopornografico, sembra incredibile, ma prima di allora avere nel proprio computer o nella propria videoteca dei filmati VERI con bambini abusati da adulti era legale. Ora il dibattito si è spostato sulla riproduzione in cartoon e fumetti di atti sessuali con bambini. Sono espressioni di una fantasia sessuale o fomentano la pedofilia? Come consideriamo vedere un fumetto dove un nonno violenta una bambina per punizione perchè ha rubato nella sua bottega? In molti paesi è vietato dalla legge e considerato materiale pedopornografico, in Giappone invece è accettato. Come consideriamo affittarsi una bambola con le sembianze di una bimba dodicenne per fare sesso con lei, o vedere un cartone dove un medico stupra due scolarette delle elementari che piangono e gridano? C’è chi ne sarebbe sconvolto, e mentre il mondo ne dibatte ci siamo posti delle domande.
    Il servizio andato in onda si concentra su questo dibattito, e nulla ha a che vedere con il mondo dei fumetti e dei cartoon giapponesi in generale, con i quali siamo tutti cresciuti; mi sembra assurdo fare questa precisazione, ma forse per alcuni ce n’è bisogno, soprattutto per quelli che il servizio non l’hanno visto.
    Non per MarcoTogni.it, grande conoscitore del Giappone dove vive da tempo e che molti di noi seguono sul suo blog. Vi invito a leggere il suo articolo molto dettagliato http://www.marcotogni.it/manga-porno-iene/ , lui che di Giappone se ne intende DAVVERO. N
    Ps. l'errore della nostra splendida e instancabile interprete giapponese (che traduce 15 anni anzichè 19 anni) non è ovviamente voluto, non è grave e può succedere, e non cambia in alcun modo il significato del nostro servizio, perché minorenne o meno quella ragazza non faceva nulla di male.
    Ho letto anche il commento di Togni linkato nella risposta di Nadia, mi è piaciuta molto come analisi (forse un po a difesa, ma ci può stare) fatta da una persona che vive quella realtà e che ha quindi cognizione di causa e sa di cosa parla.
    Purtroppo è sempre cosi, è facile parlare senza sapere, e ancor di più criticare senza riflettere ^_^

    Come ho detto in precedenza, chi è davvero interessato ad approfondire, può farlo ed anzi è cosa buona e giusta (io stesso in passato mi ero interessato a questo argomento dopo aver parlato con diversi amici che vivono da anni in Jap).

  10. #9
    Moderator L'avatar di Kirito
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Aincrad (Alto Piemonte)
    Messaggi
    11,500
    Citazione Originariamente Scritto da Eyeshield21 Visualizza Messaggio
    Ho letto anche il commento di Togni linkato nella risposta di Nadia, mi è piaciuta molto come analisi (forse un po a difesa, ma ci può stare) fatta da una persona che vive quella realtà e che ha quindi cognizione di causa e sa di cosa parla.
    Purtroppo è sempre cosi, è facile parlare senza sapere, e ancor di più criticare senza riflettere ^_^

    Come ho detto in precedenza, chi è davvero interessato ad approfondire, può farlo ed anzi è cosa buona e giusta (io stesso in passato mi ero interessato a questo argomento dopo aver parlato con diversi amici che vivono da anni in Jap).
    Esatto...Marco Togni lo seguo da tempo su facebook ed ho sempre rispettato e seguito i suoi video. Qua non so tanti dicono che c'è un conflitto di interesse, tanti come lui che sono in Jap dicono cose diverse....insomma ha fatto un bell articolo secondo me, ma non mi sento di dare giudizi su quello che dice
    Transcending time, eternal life, the story never ends, love never dies.


  11. #10
    Senior Member L'avatar di Yukinobu
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    575
    Ragazzi , suvvia tanto torto nemmeno ce l'hanno le iene!Il Giappone censura molto molto molto meno rispetto all'Italia. Ci sono animè e manga a sfondo sessuale , ma non 2 o 3 , infiniti! Poi è ovvio che sta a colui che ama collezionare o vedere , catalogare tutto ciò che più piace censurando ciò che crede possa urtare se stesso. Basta digitare su google , Anime o Manga e i risultati riportano ricerche hentai , yaoi etc. Ci sono diverse statue che accentuano i " paesi bassi" femminili o maschili , è ovvio che una persona matura , cataloga ciò come un pezzo da collezionare (se ci tiene a collezionarlo) , ma proviamo a pensare a tutti quei bimbi che ad insaputa dei genitori svolgono ricerche strane su internet , non vi sembra inadatto?
    Poi questo è il mio pensiero !
    Io non vorrei difenderli , ma ahimè , credo che in questo video hanno affermato una triste verità (sicuramente accentuandola troppo) ! Basta andare su Tumblr , non è difficile ritrovarsi sommersi di foto anche se non si ha voglia di vederle.. per non parlare delle fan art...

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 11 1 2 3 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Custom Lee Van Cleef "Jonathan Corbett" from "The big Gundown"
    Di JonathanCorbett nel forum Sculpture & Custom Dolls
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 16-01-2016, 11:15
  2. One Piece - P.O.P "Neo Dx" - Edward "Barbabianca" Newgate
    Di Albus nel forum Portrait of Pirates
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 04-11-2014, 18:16
  3. 1998 Toy Biz "Daredevil" Marvel Milestones Famous Covers 8" Action Figure MIB
    Di dave crt nel forum [VENDO] Action figures e statue
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-07-2013, 19:23
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-08-2012, 00:35
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-04-2012, 23:59

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato