Al San Diego Comic-Con 2014 abbiamo avuto modo di provare con mano il videogioco Skylanders Trap Team prodotto da Activision e soprattutto di vedere le nuove statuette e la loro integrazione con il gameplay.

skylanders_trap_team-646x403

Skylanders Trap Team Ŕ un videogame multipiattaforma che prevede l’utilizzo di statuette collezionabili di personaggi da appoggiare sopra una speciale base attaccata alla console chiamata Portale, cosý da digitalizzarli e farli comparire direttamente su schermo per farli interagire con Skylands, il regno in cui Ŕ ambientato. La peculiaritÓ Ŕ che ogni personaggio utilizzato avrÓ una propria abilitÓ sfruttabile poi nel gioco, rendendo il tutto molto divertente!

Allo stand ufficiale Skylanders Trap Team abbiamo quindi avuto modo di vedere le varie statuette in PVC, decisamente ben lavorate e caratteristiche. In questo caso si coglieva l’occasione del SDCC per presentare ufficialmente uno degli starter kit, indispensabili per giocare, denominato Dark Edition. Trattasi di un pacchetto completo di ben 3 nuove esclusive varianti in bianco e nero dei personaggi chiamati Snap Shot, Wildfire e Food Fight, la base da collegare alla console, 3 trappole, un poster, gli adesivi e le trading cards.

skylanders-dark

Oltre alle statuine quindi, sono state introdotte le trappole, cioŔ degli oggetti simili ad una chiave di forma e colore diversi. La vera grande novitÓ di questo nuovo capitolo di Skylanders Ŕ proprio che, grazie al loro uso, potremo catturare dei personaggi che incontreremo durante l’avventura ed evocarli durante il gioco.

Quindi potremo poggiare sulla base le nostre statuine per far entrare i personaggi in gioco, ma allo stesso tempo potremo usare le trappole per racchiudervi i nemici…ma attenzione al colore! Infatti ognuna pu˛ catturare solo determinati tipi e se non abbiamo la trappola giusta, non potremo farlo! Ad esempio quella nera compresa nel set ci permetterÓ di racchiudere il terribile Kaos, il nemico principale delle Skylands, che ha liberato ben 40 nemici prima imprigionati; il nostro compito Ŕ quindi combatterli tutti e rinchiuderli nuovamente.

La cosa estremamente divertente Ŕ che, una volta preso un nemico, potremo evocarlo per un periodo di tempo limitato durante il gioco, cosý da sfruttare tutte le sue abilitÓ e mosse speciali!

skylanders_trap_team_traptanium_portal

Una statuetta, il portale e in verde una delle trappole

Il gioco Ŕ un action-adventure molto colorato e animato in cui dovremo far procedere i protagonisti tra puzzle ambientali, enigmi e sezioni di platforming. Spesso per procedere nell’avventura dovremo evocare uno dei personaggi in nostro possesso poggiando la statuetta relativa nel portale, poichŔ ogni personaggio ha differenti abilitÓ e sarÓ necessario sfruttarle tutte. Solitamente i livelli si chiudono con un boss, che Ŕ uno dei nemici liberati da Kaos.

Nella demo da noi provata abbiamo fronteggiato un grasso gigante blu chiamato Gulper dannatamente ghiotto di Soda e, sfruttando pi¨ personaggi, siamo riusciti a fargli fare un’indigestione cosý da rimpicciolirlo e catturarlo grazie alla Water Trap, la “trappola acqua” di cui necessitavamo. Da quel momento in poi abbiamo potuto evocarlo semplicemente inserendo la trappola nel portale.

sdcc2014-skylanders-35

Un gioco che ci ha fin da subito catturati sia per il gameplay ma soprattutto per l’uso ingegnoso delle statuette, che sono facilmente appetibili anche per i collezionisti grazie alla loro ottima fattura. Inoltre la novitÓ delle trappole riesce a rinnovare un brand di estremo successo, dando nuovi spunti e possibilitÓ ai giocatori.

A questo punto vi lasciamo alla nostra ricca galleria fotografica scattata direttamente allo stand ufficiale Skylanders Trap Team al San Diego Comic-Con 2014: