Direttamente da “Hentai Ouji to Warawanai Neko”, lo scorso 30 Settembre arriva sugli scaffali degli store nipponici Tsukiko Tsutsukakushi, prodotta in scala 1/8 da Kotobukiya:

Confezionata in un delizioso box con dimensioni pari a 23 x 15 x 14 cm, la protagonista della light novel scritta da Sou Sagara e illustrata da Kantoku, successivamente adattata a manga e serie animata, arriva corredata dei piccoli e caratteristici accessori che hanno contraddistinto da subito la statica, attesissima prima pubblicazione di qualitÓ dedicata a questo amatissimo personaggio:

Una volta estratta dal box, Tsukiko necessiterÓ di poche e semplici operazioni per l’assemblaggio, dopo le quali sarÓ possibile ammirare il soddisfacente lavoro di Kotobukiya nel realizzare questa figure in scala 1/8, piacevolmente fruibile da ogni angolazione:

Sapientemente scolpita da Chizuru, artista che ha collaborato in passato principalmente con Wave realizzando numerose figures appartenenti alla linea Beach Queens e non solo, la piccola Tsukiko si presenta subito pi¨ che bene, convincendo grazie ad un lavoro di modellazione che ricalca accuratamente gli elementi caratteristici del personaggio.
La chioma appare ben scolpita e fedele alle tavole originali, cosý come la forma del volto.
Il corpo, esile e privo di particolari rotonditÓ, rispetta le proporzioni della giovane fanciulla, ed Ŕ arricchito dall’egregia realizzazione della sua classica uniforme scolastica, caratterizzata dalla bella camicetta con fiocco sul seno e una delicata gonna, intarsiata accuratamente per meglio rimarcare la trama del tessuto.
Dietro la gonna spunta la coda, tra gli elementi caratterizzanti di questa versione, cosý come le orecchie che trovano spazio tra i capelli della ragazza.
Le gambe, snelle e di semplice fattura, sostengono bene il busto e donano un piacevole slancio al tutto, creando una convincente sensazione di movimento.
Tra i dettagli convincono le dita delle mani, ben modellate per sostenere la gonna sollevata, cosý come i graziosi mocassini, concludendo nelle piccole ciliege che Tsukiko tiene tra le labbra:

Kotobukiya svolge un buon lavoro di decorazione per la statica in oggetto, rendendola piuttosto fedele al prototipo presentato in fase di apertura preordini.
Nonostante il colore della chioma, la finitura opaca non disturba cosý come riscontrato per alcune delle sue pubblicazioni passate, e anche la finitura lucida degli occhi, neo tipico della ditta, riesce a non compromettere troppo la bellezza del volto, arricchito dai caratteristici tratti rossi sugli zigomi.
La camicetta, nella sua semplicitÓ, Ŕ decorata da alcune foglie sul petto e sulle spalle, cosý come il fiocco giallo presene sul seno e i bottoncini che chiudono le spalline sulle braccia.
La gonna Ŕ l’elemento pi¨ lavorato, ma non sono totalmente assenti imperfezioni e sbavature, che rendono il risultato indubbiamente soddisfacente ma non eccelso.
Infine, dopo aver ammirato le deliziose gambe timidamente sfumate e i calzini, si passa ai mocassini, che sono decisamente ben verniciati, emulando l’effetto del cuoio:

Come accennato all’inizio, Tsukiko necessita di alcune operazioni di assemblaggio per essere esposta.
La prima operazione consiste nel posizionare la mela sul capo. Questa, decisamente ben decorata e con una bellissima finitura lucida, all’interno presenta un magnete che, avvicinato al capo della ragazza, ne garantisce stabilitÓ senza l’ausilio di antiestetici perni:

Il piccolo gattino bianco non necessita di particolari operazioni; basterÓ infatti poggiarlo sulla base. La placca satinata semitrasparente, che simula l’ombra dalla forma di un gatto, dovrÓ essere inserita sotto il piede sinistro (fissato alla base con una vite direttamente dalla casa).
Operazione semplice e priva di particolari difficoltÓ (se non la necessitÓ di fare attenzione poichŔ si tratta di materiale sottile e quindi fragile). Una volta trovata la giusta posizione il quadro sarÓ completo, e la figure potrÓ essere ammirata da ogni angolazione a proprio piacimento:

Per ovvi motivi, riconducibili alle tematiche del titolo d’origine, Tsukiko non si sottrae alla consueta dose di sex-appeal, che in questo caso consiste nella sua posa ammiccante, affiancata dalle mani che alzano timidamente la gonna, scoprendo il suo abbigliamento intimo.
La figure, realizzata in due parti, pu˛ essere smontata, permettendo di rimuovere la gonna.
Questo consente di ammirare maggiormente il lavoro di realizzazione dello slip, oltre all’attaccatura della coda:

In conclusione Tsukiko Tsutsukakushi da “Hentai Ouji to Warawanai Neko” (conosciuto anche come “HenNeko”) prodotta da Kotobukiya in scala 1/8 Ŕ un prodotto pi¨ che soddisfacente, che mantiene le promesse fatte in fase di preordine.
Alta circa 21 cm, la scultura di Chizuru Ŕ attenta e precisa, supportata da una buona qualitÓ di decorazione, che pur non eccedento in dettagli mette in evidenza gli elementi caratterizzanti del personaggio.
Sono presenti diversi difetti di lieve entitÓ, principalmente scaglie dovute alla limatura da produzione, quasi tutti facilmente removibili, e la colorazione non soffre di antiestetiche sbavature che destino troppo l’attenzione.
Spicca positivamente il volto di Tsukiko, fedele al character design originale, e nel complesso la qualitÓ globale della lavorazione troverÓ sicuramente accoglimento da parte degli appassionati della serie, del personaggio o semplicemente simpatizzanti di questa piccola e accattivante ragazzina.

Nome: Tsukiko Tsutsukakushi
Produzione: Kotobukiya (Japan)
Scala: 1/8
Anno di pubblicazione: 2013 (Settembre)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 7140 Yen

Pro:
– fedeltÓ col prototipo presentato in fase di preordine;
– gradevole aspetto globale della figure;
– somiglianza col personaggio originale.

Contro:
– qualitÓ di decorazione migliorabile.

Voto Finale: 8/10