Ispirata alla serie di successo “Ano Hi Mita Hana no Namae o Bokutachi wa Mada Shiranai“, arrivata anche in Italia grazie all’edizione Dynit, lo scorso 20 Settembre Max Factory pubblica l’attesissima Menma (Meiko Honma) in versione Swimsuit, splendida statica prodotta in scala 1/7:

Mostrata per la prima volta durante l’edizione invernale del Wonder Festival 2012, la dolce Menma arriva confezionata in un delizioso box di dimensioni pari a 29 x 14 x 14 cm, decorato in perfetto stile col design della serie animata. All’interno del blister sono posizionati accuratamente la statica, il delizioso salvagente e la simpatica basetta sulla quale posizionare la figure:

Una volta seguite le semplici operazioni d’assemblaggio (ben illustrate in seguito), Menma Ŕ pronta per essere esposta, e apprezzabile da ogni angolazione grazie alla notevole qualitÓ globale, manifesto di una cura non indifferente prestata nella realizzazione di questa figure:

Egregiamente scolpita da Masanori Kuroda, giÓ autore di diverse statiche prodotte da Max Factory, Menma risulta essere da subito particolarmente convincente, grazie ad una lavorazione precisa e accurata, nonchŔ alla fedeltÓ del prodotto finale rispetto al prototipo mostrato nelle foto ufficiali. Partendo dalla deliziosa chioma, si noti come la sua modellazione risulti essere pi¨ che soddisfacente, e la scelta di realizzare la punta dei capelli con un materiale semi-trasparente dona alla fanciulla maggior lucentezza.
Il viso di Menma Ŕ l’elemento pi¨ interessante, soprattutto grazie ai grandi occhi e alla realizzazione della bocca, aperta per addentare il ghiacciolo che tiene nella mano destra. La modellazione delle parti, che era forse tra gli elementi che si temeva potessero risultare meno accurati nel prodotto finale, Ŕ di ottima fattura e priva di errori, tant’Ŕ che l’intarsio della bocca e dei denti Ŕ praticamente perfetto.
La corporatura esile e longilinea della ragazza Ŕ finemente riprodotta, e il costume ne copre porzioni minime, lasciando cosý la possibilitÓ di ammirare il lavoro di riproduzione delle spalle, dell’addome e delle gambe.
La posa poi, atta a tenere con il braccio sinistro il salvagente mentre il destro porta alla bocca il ghiacciolo, Ŕ ben studiata e non genera elementi che possano in qualche modo far storcere il naso:

Pi¨ che convincente anche il lavoro di decorazione, che si sposa egregiamente con la scultura del personaggio. Numerose le sfumature, soprattutto in corrispondenza delle zone scoperte del corpo (volto, spalle, addome e gambe), e altrettanto ben delineate le decorazioni dei particolari come bretelline del costume, lo slip, la fantasia a pois dello swimsuit e tutti i piccoli dettagli, passando dalla bocca e i denti alle unghie di mani e piedi, per non parlare poi del delicato fiore, logo di “AnoHana“, dipinto sull’ombelico di Menma.
Sono presenti quÓ e lÓ alcune imperfezioni, specialmente sul costume, ma per quanto concerne gli occhi (e il volto in genere), la pelle e, con nota di merito, il ghiacciolo, non ci sono elementi che possano rischiare di deludere le aspettative.
Seppur semplice, la colorazione trasmette una giusta profonditÓ grazie alla scala cromatica scelta, e questo amplifica notevolmente l’effetto finale della scultura:

Come accennato all’inizio, Menma necessita di poche e semplici operazioni d’assemblaggio per essere esposta.
Grazie al foglietto illustrativo presente nella confezione sarÓ facile smontare e montare le parti che, indubbiamente giÓ intuitive a monte, permetteranno di posizionare il salvagente tra il braccio e il fianco sinistro della fanciulla, per poi posizionare la figure sulla base completando cosý il tutto.
BisognerÓ prestare attenzione nel momento in cui la parte superiore del busto viene sfilata, poichŔ le dita della mano sinistra potrebbero incastrarsi sotto il costume rischiando di rovinare entrambi.
Grazie alle zone cave presenti sul salvagente Ŕ possibile posizionare l’accessorio con estrema facilitÓ, individuando quali sono i punti che dovranno toccare corpo e braccio della figure:

In conclusione Menmaá Swimsuit ver. da “Ano Hi Mita Hana no Namae o Bokutachi wa Mada Shiranai” prodotta da Max Factory Ŕ un prodotto indubbiamente di alta qualitÓ, che soddisfa e rispetta le aspettative. GiÓ dal momento dell’apertura prenotazioni, preceduto dall’esposizione del primo prototipo al Wonder Festival 2012 Winter, la figure si preannunciava come una delle riproduzioni pi¨ belle del personaggio, rispettandone design e proporzioni.
Il lavoro svolto da Masanori Kuroda eccelle sotto ogni punto di vista, lasciando poco spazio alla delusione o alle difformitÓ rispetto alle foto prmozionali.
Meno accurata Ŕ la decorazione in corrispondenza del costume, anche se la semplicitÓ di base della statica non necessita di particolari accorgimenti da quel punto di vista.
Unica nota dolente Ŕ la presenza di numerose impuritÓ, che fortunatamente risultano essere tutte facilmente removibili con dell’aria compressa o un pennello munito di setole molto morbide.
Nient’altro d’aggiungere, se non che Menma Swimsuit ver. di Max Factory Ŕ un prodotto di livello superiore, che con i suoi 23,5 cm circa di altezza farÓ la gioia sia degli appassionati della serie che di tutti coloro che vorranno aggiungerla alla propria collezione semplicemente per la sua bellezza.

Nome: Menma (Meiko Honma) ľ Swimsuit ver.
Produzione: Max Factory (Japan)
Scala: 1/7
Anno di pubblicazione: 2012 (Settembre)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 6800 Yen

Pro:
– somiglianza col personaggio originale;
– qualitÓ della scultura e della decorazione;
– fedeltÓ col prototipo mostrato in anteprima.

Contro:
– lievi impuritÓ, facilmente removibili prestando attenzione;
– decorazione del costume con qualche imprefrezione.

Voto Finale: 9/10