Undicesima uscita di Bandai per la serie EX Cloth e stavolta si tratta dell’ottavo cavaliere d’oro, Cancer o Death Mask, il cavaliere del cancro.


Nella serie animata “I cavalieri dello Zodiaco” il personaggio, incontrato dai protagonisti nella quarta casa, appare subito come una forza negativa, espressamente dichiarata dalla parte del ribelle Gemini, spietato e senza scrupoli, ed esprime una certa follia nei suoi modi di fare.
Il suo nome deriva dal fatto che lui stesso colleziona le teste di chi è caduto per mano sua, innocenti compresi, sulle pareti della sua stessa casa, impedendo così alle loro anime di raggiungere l’aldilà.
Tratti esclusivamente negativi, quindi. Eppure la sua malvagità ha un fascino unico e, come sempre, il suo aspetto è intrigante e maestoso, oltre che affascinante.
Vediamo come Bandai ne ha riprodotto tali fattezze nel modello preso in esame.

La scatola è la solita, con sovracoperta, lucida, lussuosa ed elegante, e contiene i tipici 3 blister, uno sopra l’altro. Il contenuto è come sempre molto ricco: il personaggio in tuta prima di tutto, i pezzi dell’armatura (quasi esclusivamente in metallo, eccezione fatta per il corpetto addominale, i copri-mani e la parte finale delgli stinchi), lo scheletro del totem, 4 volti aggiuntivi, il mantello e una pletora di mani intercambiabili. Nota di merito per la presenza del doppio gonnellino e del doppio busto che ne permettono 2 diverse varianti (in blu e in arancione):

Il corpo del modello è come sempre ipersnodato, ed è possibile posarlo praticamente in qualunque modo, pur mantenendo un’ottima stabilità, anche se il difetto comune della linea è presente anche qui: l’articolazione delle anche è piuttosto cedevole, nonostante col giusto attrito sulla superficie d’appoggio non ci siano grossi problemi di sorta.

Il totem è uno spettacolo d’ingegneria! Come tutti i cavalieri della serie, l’armatura forma il totem della costellazione di appatenenza, e in questo caso il cancro è realizzato in maniera superba! Un grosso granchio d’oro massiccio e pesante facilmente porterà all’acquisto della seconda copia, per poter esporre sia il personaggio che il totem, una vera chicca:

Il montaggio dell’armatura è piuttosto lineare e non presenta difficoltà, ad eccezione degli stinchi, il cui innesto va ben calcolato per non scoprire troppo la caviglia, e al contempo non intaccarne la mobilità! In pratica stavolta c’è la possibilità di “variare” lo spazio tra il piede e l’armatura dello stinco, cosa finora mai vista, e forse un risultato involontario della fase di studio e progettazione. Si tratta comunque una opzione davvero interessante.
L’effetto finale sul personaggio è strepitoso e fedele all’anime, e non presenta ne sproporzioni, ne stacchi vistosi tra le parti, come si è visto su altri personaggi in cui, ad esempio, il busto appariva palesemente sganciato dal corpetto.

La colorazione è ottimale, anche qui non ci sono stacchi vistosi tra le parti. Lo stinco (che è in plastica) non sfigura nonostante sia adiacente alle altre parti in metallo, cosa che invece nell’armatura del sagittario, per esempio, è stata tra i peggiori difetti.
La posabilità resta eccelsa anche con l’armatura indossata, grazie alle giunture di ultima generazione posizionate nei punti chiave, come nel gonnellino e nelle spalline.
I volti sono discreti, il ghigno probabilmente è il migliore dei 5 e il più rappresentativo, mentre la risata, che dovrebbe essere folle e malvagia, è piuttosto ridicola e insignificante.
Altra pecca è il mantello che sfoggia i suoi snodi in bella vista sotto le ascelle del personaggio! Un vero peccato, avrebbero dovuto collocarli più in alto. Vale la pena quindi esporlo senza.

In conclusione, questa realizzazione non è esente da difetti, anche vistosi, ma se utilizzata la giusta posa associata al giusto volto, si ottiene una rappresentazione molto fedele del personaggio, espressiva e aggressiva, così come dev’essere. Il doppio acquisto è consigliato, soprattutto se si hanno a disposizione denaro e spazio per poter esporre anche il  totem.

Nome: Death Mask – EX CLOTH
Produzione: Bandai
Scala: non in scala
Anno di pubblicazione: 2013 (Aprile)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 6300 Yen

Pro:
– cloth molto fedele, totem di alta qualità;
– possente ed espressivo se unito al giusto volto;
– ampia posabilità, quasi illimitata;
– doppia pettorina per le due versioni differenti.

Contro:
– articolazione delle anche un po’ cedevole;
– viso con la risata non molto soddisfacente;
– gli snodi del mantello potevano essere nascosti meglio.

Voto Finale: 8.5/10