La ditta nipponica Kotobukiya ha pubblicato a fine Aprile 2012 la sua prima statica tratta dalla serie Ano Hi Mita Hana no Namae wo Bokutachi wa Mada Shiranai, che riproduce in scala 1/8 la deliziosa protagonista Honma Meiko (da tutti conosciuta come Menma) in una posa caratteristica del personaggio, che sprigiona allegria e spensieratezza.

Confezionata in un box rettangolare di dimensioni contenute (23.6 x 17 x 15 cm), si pu˛ ampiamente ammirare Menma nella sua quasi interezza grazie alla grande finestra frontale.
Il box Ŕ caratterizzato principalmente da colori tenui e freddi, che riprendono lo stile iniziale dell’ending della serie, mentre sul retro ci sono varie immagini della figure su uno sfondo molto colorato, che ritroviamo poi nel cartoncino all’interno del box.
Il blister contiene e protegge adeguatamente la figure, senza esagerar inutilmente nelle dimensioni.

Tolta dalla scatola e rimosse le protezioni in plastica, Menma Ŕ pronta per esser esposta poichŔ Ŕ giÓ pre-fissata tramite vite alla base-fiore che la sostiene.
Caratteristica menzionata spesso con le statiche Kotobukiya, che con questa metodologia rendono la figure perfettamente stabile e previene spiacevoli rotture dei classici perni.
La posa scelta per riprodurre il personaggio, seppur semplice, Ŕ comunque apprezzabile in quanto sprigiona notevolmente il carattere solare di Menma, rendendo la figure coerente e molto somigliante.

La scultura di primo impatto semplice realizzata da Nakamura Hirotoshi, dopo uno sguardo attento si nota che Ŕ molto precisa e “liscia”, cioŔ senza imperfezioni.
I particolari come i merletti del vestito, sono scolpiti con molta attenzione, donando un effetto morbido e dinamico del tessuto; sono presenti anche numerosissime pieghe comunque leggere, soprattutto in prossimitÓ della cucitura della gonna e del fiocco che si lega dietro la schiena, che danno maggior realismo all’abito.
La scultura Ŕ accentuata dalle lievi ombreggiature pi¨ scure, presenti maggiormente nelle pieghe e principalmente nella zona della gonna.
A primo impatto non si notano molto, visto che sono realizzate in prossimitÓ di zone in ombra create naturalmente dalla scultura, ma questa decorazione ben sfumata e senza esagerazione rimane un particolare non trascurabile, che denota una grande cura nella realizzazione di questa figure.
Mani e piedi sono realizzati con le giuste proporzioni sottolineando la conoscenza dello scultore sia del corpo umano, che del design della serie.
Il grazioso piedino destro, ovviamente scalzo, Ŕ l’unico punto di sostegno della figure ed Ŕ fissato (come giÓ detto) tramite vite alla base che riprende il classico fiore a 5 petali che fa dÓ simbolo alla serie.
E’ realizzata in plastica trasparente colorata di un rosa-fuxia acceso, che per˛, grazie alla trasparenza, non risulta troppo pesante.

La lunga chioma Ŕ scolpita evidenziando le varie ciocche dei capelli in movimento, ed Ŕ facile notare come in questa figure sono assenti i classici errori di stampa che spesso si trovano nei prodotti Kotobukiya, come le varie ed evidenti giunture e i segni degli stampi.
Una sapiente e attenta scultura quindi che riproduce con i giusti accorgimenti la dolce Menma.
E se la scultura risulta precisa, anche la colorazione non Ŕ da meno.
La chioma di una colorazione compatta presenta molte sfumature azzurre lievemente pi¨ intense, specie sulle 2 ciocche davanti e sulla parte in ombra che si scorge dalle spalle.
Quindi anche se a primo impatto la figure pu˛ risultare “piatta” come colorazione, dopo un’attenta analisi si pu˛ godere di queste piccole attenzioni che impreziosiscono la statua.
Tra i colori tenui che caratterizzano prevalentemente la figure, spiccano i 2 grandi occhi azzurri sul volto sorridente di Menma, che riprendono egregiamente il design della serie (migliorando quindi il prodotto finale rispetto al prototipo iniziale).
Su di essi Ŕ stato scelto di porre una lieve rifinitura lucida, non troppo esagerata, cosý da render i colori pi¨ vivi e brillanti.
La bocca Ŕ incavata nella materia, scolpendo cosý attentamente pure la lingua e la dentatura superiore; una scelta apprezzabile e curatissima che infatti non crea spiacevoli ombreggiature che potrebbero distorcere la percezione della bocca.

Meiko Honma (Menma) prodotta da Kotobukiya Ŕ senz’altro una statua molto semplice ma che, grazie a quest’aspetto, rispecchia egregiamente il carattere del personaggio.
Il design della serie Ŕ stato mantenuto notevolmente, specialmente nel volto, smentendo cosý le immagini promozionali che presentavano un prodotto nel quale non lo si scorgeva perfettamente.
Probabilmente rimane la versione pi¨ allegra e spensierata prodotta tra le maggiori ditte nipponiche di figures, discostandosi dalla versione Max Factory che appare pi¨ disinvolta, e dalla malinconica versione ALTER.
Kotobukiya ha svolto un ottimo lavoro rispetto ai suoi classici standard qualitativi, sia nella scultura che nella colorazione, evitando inestetiche sbavature, croste o giunture evidenti e realizzando molte piacevoli sfumature; speriamo pertanto che riesca a mantenere questo livello con la seconda statica in progetto dalla serie AnoHana dedicata a Naruko Anjou (Anaru).

Nome: Honma Meiko (Menma)
Produzione: Kotobukiya (Japan)
Scala: 1/8
Anno di pubblicazione: 2012 (23 Aprile)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 6090 Yen

Pro:
– riproduzione fedele al personaggio, soprattutto nella posa;
– colorazione precisa e con molte sfumature;
– scultura priva di imperfezioni.

Contro:
– scultura poco dinamica del vestito, specialmente in prossimitÓ della gonna.


Voto Finale: 8Ż/10

http://www.youtube.com/watch?v=ZZCTtG3kvj8