Cartoomics 2014 si Ŕ appena conclusa e giÓ ne sentiamo la mancanza. La rassegna Milanese per questa edizione ha presentato agli appassionati non solo i consueti appuntamenti con gli editori, gli stand dove trovare gadgettistica dedicata ai nostri personaggi preferiti (e per farvene un’idea potete dare un’occhiata ai nostri articoli dedicati: parte 1 e parte 2) e l’affascinante spettacolo dei cosplayer, ma anche una ricca zona dedicata alla fantascienza. E indubbiamente una delle colonne portanti di questa zona era lo stand di Ghostbusters Italia.

I motivi per festeggiare non mancavano di certo, visto che quest’anno cade il trentennale del primo episodio cinematografico. C’era ahimŔ anche un evento pi¨ triste da commemorare, visto che lo scorso febbraio ci ha lasciato l’attore Harold Ramis, indimenticato interprete del Dottor Egon Spengler, nonchŔ apprezzato autore.

Ma il dinamico team di acchiappafantasmi italiani Ŕ riuscito a convogliare queste energie spirituali contrastanti (forse con una nuova invenzione del loro staff tecnico) in una carica incredibile, diventando il vero e proprio cuore pulsante della zona sci-fi!

L’entusiasmo che riuscivano a trasmettere era veramente palpabile e contagioso, e culminava puntualmente con la presentazione della loro ultima creazione. Frutto della brillante mente del loro propper ufficiale, Mirko Guglielmin alia Guusc72, consisteva in un incredibile gabbia per ectoplasmi, al cui interno veniva trasferito il primo esemplare catturato ormai trent’anni fa, Slimer.

Una realizzazione di alto livello, che conferma la passione ma anche la competenza di questo gruppo di appassionati non solo nel ricreare fedeli repliche delle attrezzature, ma anche nel progettare nuovi incredibili strumenti. L’appuntamento a questo punto Ŕ tra 80 giorni circa, quando scadrÓ il countdown delle celebrazioni per il 30esimo anniversario di Ghostbuster, non mancheremo certamente di seguirli!