Direttamente dal titolo di successo “Ore no Imouto ga Konnani Kawaii Wage ga Nai“, lo scorso 15 Maggio il colosso nipponico Max Factory pubblica la tanto attesa Kuroneko (Gokou Ruri) in versione “Holy Angel Kamineko“, prodotta in scala 1/7:

Confezionata in un elegante box di dimensioni pari a 26,3 x 16 x 16, la cinica fanciulla, proposta cosý come appare nel volume n░ 8 della light novel in occasione del suo primo appuntamento, arriva giÓ pronta per essere esposta nella variante standard, quindi con montata la mano che tiene in mano la maschera, lasciando scoperto il volto.
BasterÓ quindi fissare la statica all’elegante base per poterla esporre ed ammirare in tutta la sua bellezza:

Kuroneko vanta una notevole quantitÓ di dettagli, che uniti alla qualitÓ nella lavorazione (ormai uno standard garantito nelle produzioni di Max Factory), assicurano la possibilitÓ di godere dell’ottimo prodotto da ogni punto di vista:

Scolpita egregiamente da YOSHI, autore di numerose statiche interessanti, sia prodotte da Max Factory (come le belle Kobato e Maria in dirittura d’arrivo) che da altre ditte, Kuroneko vanta una lavorazione nel processo di modellazione davvero sublime, testimoniato dall’attenta realizzazione dei vari dettagli dell’abito, della chioma, la posa della fanciulla e le complesse calzature.
La versione “Holy Angel Kamineko” Ŕ caratterizzata da un costume moderatamente sfarzoso, che presenta numerosi pizzi ed elementi di decorazione. Tali particolaritÓ sono ben riprodotte nella scultura, che ricrea con notevole precisione il delicato ed elegante corpetto, l’ampia gonna in tutte le sue parti, numerosi elementi quali fiocchi, nastri e fiori in stoffa, nonchŔ la bella decorazione in rilievo sulla fascia pi¨ esterna della gonna.
Il volto di Kuroneko, che risulta essere tra i pi¨ somiglianti tra tutti quelli proposti fino ad ora dalle varie ditte, gode della classica forma tonda che caratterizza il design personaggio, questo grazie soprattutto allo sguardo e al malizioso sorriso che regna sovrano sull’espressione della ragazza. La chioma, molto semplice nel design, Ŕ ben riprodotta, e la presenza del cerchietto arricchito da nastri e fiori testimonia un’accurata lavorazione nell’intarsio dei dettagli che lo identificano. Stesso livello qualitativo viene raggiunto anche in corrispondenza delle maniche dell’abito, dov’Ŕ possibile individuare molti elementi che donano importanza e caratterizzazione alla scultura.
Altri elementi di grande rilievo sono le delicate ali che vengono in parte celate dalla lunga chioma, tra le quali troviamo la bella rosa dalla quale partono i due ampi nastri che arrivano fino all’altezza delle caviglie, dove non possiamo fare a meno di ammirare gli altrettanto ben realizzati stivaletti, che fanno del complesso intreccio di lacci e della forma un po’ tozza, dettata dalla statura minuta del personaggio, un altro elemento degno di lode.
Infine la maschera impugnata da Kuroneko, nella sua semplicitÓ, Ŕ un altro elemento di qualitÓ, poichŔ ben scolpita e decorata, assolutamente impeccabile come accessorio:

Il lavoro di decorazione rende giustizia all’egregia scultura di YOSHI, esaltando i pieni e i vuoti della statica con una ponderata presenza di sfumature e di dettagli.
Il primo elemento degno di lode Ŕ la colorazione della chioma: nel corso dei mesi che hanno preceduto la pubblicazione di questa statica abbiamo potuto assistere all’uscita di molte altre figures ispirate al personaggio; nessuna di queste per˛ gode di una colorazione cosý attenta e precisa, che ripropone egregiamente la tonalitÓ della capigliatura senza eccedere in sfumature, se non il minimo indispensabile per richiamare il character design del personaggio.
Altrettanto ben riprodotto Ŕ il volto, dove i due grandi occhi (di diverso colore) rendono assai particolare l’aspetto della fanciulla, unitamente all’attenta colorazione della bocca, del tipico tratteggio rosato sugli zigomi e all’immancabile neo sotto l’occhio sinistro.
Passando all’abbigliamento, questo gode di una finitura perlata traslucida, particolarmente elegante e raffinata, che ben si sposa con lo stile del costume. Il corpetto Ŕ indubbiamente l’elemento di maggior rilievo, grazie ad una fitta presenza di merletti e ricami che donano all tutto un aspetto molto raffinato, che quasi richiama quello di un abito da sposa. La presenza del fiocco, con la bella rosa in tessuto applicata, e le sottili bretelle ondulate donano a Kuroneko un aspetto molto femminile ed elegante, assolutamente ben supportato dalla colorazione.
La fascia esterna della gonna presenta un delicato ricamo color oro, con un retrogusto gotico quanto a scelta grafica, assolutamente privo d’imperfezioni o sbavature. Lo stesso motivo Ŕ presente anche sulle due braccia della ragazza, riprodotto con grande precisione.
Tutti gli elementi pi¨ piccoli, come i nastri o i pizzi che si trovano sul cerchietto, sulle maniche o i lacci degli stivali, sono decorati e sfumati in modo pi¨ che convincente, donando grande valore alla verniciatura di questa bella statica.
Infine si pu˛ ammirare la base, che nella sua semplicitÓ risulta essere molto elegante, grazie soprattutto agli elementi grafici di colore rosa e la dicitura di colore nero, il tutto sul bianco semi-trasparente e satinato che contraddistingue il supporto:

La gonna di questo costume Ŕ composta da due parti telescopiche, la prima (esterna) di colore bianco/rosa perlato con le decorazioni appena descritte, la seconda (interna), di colorazione a metÓ strada tra il violetto e il bordeaux, ricca di merletti.
E’ possibile rimuovere entrambi gli elementi, potendo cosý esporre Kuroneko sia con il sottogonna che senza nulla, mettendo in evidenza la tipica lingerie che caratterizza i suoi cosplay:

Ultimo elemento, non per importanza, Ŕ la possibilitÓ di esporre Kuroneko con la maschera indossata. Grazie alla presenza di un ulteriore esemplare dell’accessorio (non fissato alla mano) e di un braccio opzionale, Ŕ possibile incastrare la piccola placca subito sotto la frangia della fanciulla, permettendo alla figure di essere esposta in una versione alternativa rispetto a quella standard:

In conclusione KuronekoHoly Angel Kamineko di Max Factory Ŕ un trionfo di bellezza, che ha rispettato le promesse fatte nel corso dei mesi che ne hanno preceduto la pubblicazione attraverso i numerosi prototipi mostrati nel corso degli eventi. La scultura, ad opera di YOSHI, Ŕ precisa e priva di particolari difetti, cosý come la decorazione risulta essere all’altezza di quanto detto sopra. E’ molto difficile individuare elementi che facciano storcere il naso, poichŔ tutto Ŕ stato realizzato in modo assolutamente impeccabile, e volendo muovere una sola obiezione contro la statica si pu˛ dire che la scelta di proporre la maschera del braccio standard fissata alla mano sia parzialmente opinabile, poichŔ per smontare quest’ultima si rischia di danneggiare il pezzo. Sarebbe stato meglio optare per l’accessorio removibile, e magari fissabile tramite una piccola tacca o intarsio che l’aiutasse a stare fermo al suo posto.
Per il resto nulla da obiettare, poichŔ scultura e decorazione rendono giustizia al prodotto, e la somiglianza col bel personaggio originale amplifica notevolmente le qualitÓ di questa Kuroneko.

Nome: Kuroneko (Gokou Ruri) ľ Holy Angel Kamineko.
Produzione: Max Factory (Japan)
Scala: 1/7
Anno di pubblicazione: 2012 (Maggio)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 8800 Yen

Pro:
– somiglianza col personaggio originale;
– decorazione e scultura di alto livello;
– posa ed espressione accattivanti.

Contro:
– lievi imperfezioni nei dettagli pi¨ piccoli dell’abito.

Voto Finale: 8Ż/10